CIRO STAJANO DONA UN' OPERA AL LICEO SCIENTIFICO: “VOGLIAMO FAR AVVICINARE I GIOVANI ALL' ARTE”

Da questa settimana all'ingresso dell'aula magna del Liceo Scientifico di Fermo campeggia un'importante opera di Ciro Stajano, ex docente del Liceo Artistico del capoluogo. Un quadro dal titolo emblematico, “La caduta del muro di Berlino”, realizzato nel 1991, è stato infatti donata dall'artista al TCO e presentato agli studenti dell'istituto diretto da Marzia Ripari.

“Prima la tela è stata scoperta, poi ne abbiamo discusso con professori e ragazzi all'interno dell'aula magna - rimarca Stajano -. In questi mesi ho mandato due lettere alla scuola, una con la quale donavo l'opera e un'altra per ringraziare sentitamente la preside per aver accettato la mia donazione. Nell'occasione della presentazione è stata raccontata la mia attività scolastica e anche quella artistica, prima di focalizzare l'attenzione sull'opera, dipinta nel '91 nel Palazzo Ducale di Camerino in occasione di una mostra organizzata dall'Università. Inizialmente l'opera era divisa in due parti: la prima sulla caduta del muro con personaggi che saltano dal muro e vanno dall'altra parte, la seconda incentrata sulla guerra nel Golfo persico. Quest'ultima qualche anno dopo l'ho distrutta, perché stanco di tutte le guerre. Voglio sottolineare come da qualche mese stia donando le mie opere alle scuole superiori di Fermo, con l'obiettivo di far avvicinare i giovani all'arte e anche spingerli ad una profonda riflessione sulla contemporaneità”.

Gloria Di Prodi, coordinatrice del Dipartimento di Disegno e Storia dell'arte, ha raccontato come la pandemia abbia costretto la scuola a posticipare l'evento, organizzato in stretta sinergia con la preside. “Abbiamo dato modo ai ragazzi di dare vita ad un dialogo con l'artista. Tutto questo rappresenta un vero arricchimento dal punto di vista culturale ed artistico. Di solito si propongono attività attraverso testi, immagini e pc, ma in questo modo abbiamo avuto l'opportunità di parlare con l'artista, di relazionarci con lui. E Stajano ci ha dato modo di comprendere la fase creativa, la sua personalità, quali sono stati i momenti salienti della sua vita e della sua attività di artista. Un'opportunità rara per noi per comprendere il significato stesso dell'arte, spesso difficile da trasmettere”.